La Chiesa rinnova la sua consapevolezza di essere “per il mondo”

Ottobre Missionario 2016: la riflessione di don Matteo Pucci

 

Layout 1Domenica 23 ottobre, in occasione della 90° Giornata Missionaria Mondiale “Nel nome della Misericordia”, nella Concattedrale di Cagli il Vescovo conferirà il mandato agli operatori pastorali e ai catechisti.

Abbiamo chiesto a don Matteo Pucci, vice direttore dell’Ufficio diocesano per la cooperazione missionaria tra le chiese il valore del mese missionario per la chiesa locale. “La Chiesa universale, sparsa in ogni angolo della Terra, in ottobre rinnova la sua consapevolezza di essere “per il mondo”: la Chiesa non è fine a se stessa ma esiste perché il Mondo possa esistere. Scopo della missione della Chiesa è quello di aiutare il Mondo sia ad incontrare l’amore universale di Cristo per ogni creature sia a far crescere un’autentica coscienza etica per il bene comune. Nella nostra diocesi ogni parrocchia si preoccupa di concretizzare tale missione con la preghiera, la proposta di incontri tematici e l’educazione delle nuove generazioni ad una sensibilità capace di accogliere “il diverso” e a prendere consapevolezza della presenza delle realtà più povere.

banner_settimana_africana_xixOltre questo il Centro Missionario Diocesano collabora con l’associazione “L’Africa Chiama” nell’organizzazione della settimana africana (8-15ottobre). La diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola celebrerà domenica 23 ottobre a Cagli (ore 16) il mandato agli operatori pastorali in occasione della 90° Giornata Mondiale Missionaria in cui ogni convocato riceverà dal Vescovo Armando l’impegno ad essere testimone per il mondo dello stesso amore di Cristo per l’umanità e sarà l’occasione per ascoltare l’esperienza di alcuni giovani immigrati accolti nelle strutture del nostro territorio per capire il dramma che spinge questi nostri fratelli ad abbandonare le loro terre d’origine e così creare maggior consapevolezza nel nostro ruolo di paese ospitante. In tale giornata, infine, ogni parrocchia si preoccuperà di fare una raccolta di offerte per le realtà missionarie nei paesi in via di sviluppo. Tutto ciò con lo scopo di creare in noi la coscienza di essere tutti degni cittadini del Mondo, figli dello stesso Padre”.

a cura di Marco Gasparini

Pubblicato in News