Concluso il Ritiro Invernale 2016 – “Una comunità unita alla ricerca della gioia che Dio ci chiama a vivere”

La riflessione conclusiva di Cristian, un giovane partecipante

SPICELLO – Sebbene all’inizio mi fossi iscritto proprio perché interessato all’approfondimento dell’Evangeli Gaudium, ciò che ho vissuto nei due giorni di ritiro insieme agli altri é stata piuttosto una riscoperta di me stesso.
Il tema chiave emerso dall’approfondimento dell’enciclica e sottolineato da don Francesco Ondedei (formatore missionario di questo ritiro) é stato quello della missione, in particolare di come noi siamo chiamati a viverla come popolo unito piuttosto che come singolo individuo, e di conseguenza abbiamo avuto modo di riflettere riguardo a ciò che può invece far si che si creino muri tra noi e il nostro prossimo.
Durante il ritiro abbiamo avuto la possibilità di ascoltare le testimonianze delle missioni di Cecilia in India, don Francesco Ondedei e Cesare in Africa e di Luca, impegnato nel salvataggio degli immigrati in arrivo attraverso il mar Mediterraneo. Proprio loro, attraverso foto e filmati, ci hanno permesso di approfondire con occhio più attento ciò che i media televisivi ci presentano solo in parte.

Una cosa che mi è piaciuta molto è stata inoltre la dinamicità delle prediche e degli incontri proposti da don Francesco e Cecilia i quali, attraverso attività e dibattiti che vedevano noi come protagonisti, ci hanno scosso nell’animo aiutandoci ad aprire occhi, mente e cuore a ciò che succede oggi intorno a noi.
La parte però che personalmente ritengo più importante è stato il momento di deserto che mi ha permesso più di ogni altra volta di riscoprire la mia vita da un punto di vista nuovo: quello di una comunità unita alla ricerca della gioia che Dio ci chiama a vivere.

Cristian Urbinati

Taggato con: ,
Pubblicato in Ritiri invernali