Adozioni a distanza

Ragazzi della diocesi di Isiolo, Kenya

E’ possibile sostenere la scolarizzazione dei ragazzi della diocesi di Isiolo anche attraverso le adozioni a distanza, con 160 € all’anno potrai garantire ad un ragazzo o ad una ragazza la possibilità di studiare frequentando le scuole secondarie. Ad ogni sostenitore il Centro Missionario, tramite il BACEF di San Costanzo, fornirà periodicamente notizie sull’andamento scolastico e una scheda personale con la foto e i dati relativi all’adozione. La quota di adesione potrà essere pagata anche in più rate da concordare insieme. Per Aderire contattare il BACEF versando la quota sul Conto Corrente n. 2513809 intestato a Urukundo Onlus – Progetto Bacef – causale del versamento “Quota adozioni a distanza Kenya (o Burundi)”.

Coloro che fanno versamenti per rinnovare l’adesione sono pregati di citare il numero della scheda del ragazzo adottato per semplificare il lavoro di registrazione.

Ragazzi pigmei del Burundi

I Pigmei sono la terza tribù del Burundi (2% della popolazione burundese) emarginati da tutti. I Pigrnei sono poverissimi a tutti livelli: economico, sociale e culturale, camminano da soli nei loro villagi di capanne, non possono sposarsi con gli altri (Hutu e Tutsi), sono disprezzati da tutti. Non possono nemmeno andare a scuola né all’ospedale a causa dei problemi economici. Fatto ancora più grave: i Pigmei non hanno la carta d’identità!

La realtà è che i Pigmei soffrono visibilmente dei loro complessi d’inferiorità. Sono frustrati. Anche i Tutsi e gli Hutu soffrono. Di cosa? Dei loro complessi di superiorità, sono orgogliosi, egoisti. Diciamo che noi tutti abbiamo bisogno di liberarci da questi complessi. Tutti, dobbiamo cambiare la mentalità. Si, ci vuole l’umiltà, la generosità, la povertà interiore per essere giusti, veri, felici e vicino a Dio.

La donna pigmea è la colonna principale di tutta famiglia pigmea. Non si protrebbe pensare a una famiglia pigmea senza la donna, la mamma. E’ la donna pigmea a far vivere la sua famiglia, è lei che, da tanti secoli, sa fare i vasi di creta. Gli uomini non lo sanno fare, non hanno quell’arte delle donne. E’ la donna pigmea che fa vivere la famiglia benché i vasi che costruisce non costano quasi niente. La verità è che nei pigmei, la donna nutre tutti nella sua famiglia.

Noi, gli apostoli di Buon Pastore e della Regina del Cenacolo, abbiamo già fatto, da dieci anni, la nostra scelta: camminare con gli ultimi (i Pigmei) per riparare, giustificare, consolare, guarire i feriti, aiutare a superare la sofferenza ed a portare la loro croce nella loro brutta situazione.

Per essere pratico, vorrei dire ciò che stiamo facendo:

  • Abbiamo preso in carico ragazzi e ragazze pigmei, cercando di formarli, educandoli, mandandoli a scuola e dando loro da mangiare e dormire.
  • Stiamo facendo con loro delle casette normali perché possano vivere in una situazione umana.
  • Diamo loro anche la possibilità di curarsi e di imparare I’ agricoltura e l’allevamento.

Ecco che cosa facciamo per questi poveri ragazzi. Aiutaci, per favore, a fare di più, sempre di più! Grazie!

Come aderire
C/C n. 2513809
intestato a URUKUNDO ONLUS - PROGETTO BACEF
causale QUOTA ADOZIONI A DISTANZA KENYA (o BURUNDI)