Suor Daniela, da nove mesi in Tanzania, ci racconta la sua missione!

Carissimi, a quasi nove mesi dal mio arrivo qui in Tanzania e in occasione del mese dedicato alla Missione, desidero condividere con voi un po’ della mia vita.

Il tempo vissuto finora è stato decisamente “Tempo di Grazia”! Dopo i primi mesi passati a scuola per imparare il Kiswahili, ho potuto inserirmi nella mia nuova comunità e nella mia nuova vita…

Tanti volti, tante storie, ma soprattutto tanta bellezza (a partire dagli occhi grandi e profondi dei bambini, passando attraverso i colori intensi e decisi dei paesaggi africani per arrivare allo spettacolo della via lattea visibile nel cielo ogni notte tra miriadi di stelle!) mi stanno accompagnando nel cammino: veramente il Signore è grande nell’Amore e le sue promesse fioriscono in benedizioni!

Certo, anche le fatiche non mancano: l’impotenza di fronte a tante situazioni di povertà, la sfida di imparare a conoscere e ad amare una realtà tanto lontana da quella a cui ero abituata, che spesso scomoda le mie convinzioni e le mie “certezze” (come l’imparare a vivere senza tante comodità che in Italia ormai diamo per scontate ma che in effetti non sono essenziali per vivere…), la lontananza fisica di tante persone care e la fatica di comprendere alcuni tratti culturali che però è necessario accogliere senza giudicare dall’alto…

Eppure ogni giorno ritrovo nuova forza ed entusiasmo per continuare a camminare con i figli di questa Terra che da sempre porto nel cuore: sicuramente il Signore continua a custodire la mia vita ma sono certa che è anche grazie al vostro ricordo e alla vostra preghiera che io posso cercare di essere uno strumento, seppur povero e imperfetto della Tenerezza del Padre e anche per ciascuno di voi desidero continuare ad annunciare con la mia vita che Dio ama ogni suo figlio e desidera per ciascuno la gioia piena dell’essere in comunione con Chi, per Amore gratuito e preveniente, ci ha creati e ci accompagna nel cammino della vita.

Nella Chiesa ci sono molte vocazioni e molti ministeri, tutti preziosi ed essenziali, e allora durante questo mese dedicato in particolare alla preghiera per i missionari desidero augurare a ciascuno di voi di trovare, accogliere e vivere in pienezza la propria vocazione: solo così potremo davvero essere nella Gioia, anche se ci troviamo a vivere momenti di fatica e di sofferenza…

Il cristiano è  per sua stessa natura missionario e se non tutti sono chiamati a partire per terre lontane, sicuramente tutti siamo chiamati a portare nel mondo, nel nostro ambiente di vita, la Bella Notizia che il nostro Dio è un Padre che ci ama immensamente e che desidera offrirci la Vita piena e la possibilità di vivere amando come ama Lui!

Continuiamo allora a camminare insieme, come una famiglia unita nella fede in Cristo, nella consapevolezza che le distanze non possono rompere il legame che ci unisce e che continuerà a rimanere vivo nei nostri cuori…

Vi abbraccio, vi ricordo con affetto nella preghiera e vi benedico!

Sr Daniela M. Alborghetti

Pubblicato in Lettere dall'Africa, News